Albania rurale: Reç, Malësi e Madhe

Malësi e Madhe. È il nome della regione più settentrionale dell’Albania, un’area situata a nord di Scutari, a due passi dal Montenegro. Un luogo selvaggio, remoto e autentico che non compare mai nelle guide turistiche e nei blog di viaggio, ma che, invece, è la destinazione ideale per chi, stanco del caos della città o delle solite mete, vuole staccare la spina, rilassarsi e passare qualche ora o giorno circondato solamente dalla natura. Qui, tra campi di lavanda e salvia, boschi di castagni e maestose montagne, si trova il piccolo villaggio di Reç che, ogni autunno, ospita il “Dita e Agroturizmit“, e cioè il giorno dell’agro-turismo, un festival organizzato, tra gli altri, da AgroTourism Albania, un progetto supportato da USAID, CEED e dall’Ambasciata Svedese a Tirana (l’edizione di quest’anno si è tenuta il 31 ottobre). Per una giornata intera, gli abitanti di Scutari, dei villaggi limitrofi e qualche visitatore curioso si danno appuntamento nella splendida Foresta delle Castagne di Reç, monumento naturale albanese parte del grande Parco Nazionale di Shkrel, per assistere a danze tradizionali tipiche del nord dell’Albania e acquistare prodotti gastronomici venduti da contadini locali, tra cui miele, marmellate e confetture, oltre che frutta fresca stagionale, come cachi, melograni e castagne.

Grazie all’invito di CEED Albania, ho avuto l’occasione di partecipare a questa piacevole giornata di festa e di scoprire una zona dell’Albania finora a me sconosciuta. Il Dita e Agroturizmit è parte di una serie di eventi e progetti supportati da diverse organizzazioni non governative locali che si sono impegnate a finanziare realtà economiche e agriturismi collocati nelle zone più disagiate dell’Albania, tra cui questa, aiutandoli non solo nella ristrutturazione degli edifici adibiti ad uso turistico, ma assistendoli anche nei processi di marketing e nello sviluppo di competenze nel settore agricolo, attraverso sostegno finanziario e imprenditoriale. Una di queste ONG è, appunto, CEED Albania che sta aiutando sei piccoli agriturismi, nelle aree di Malësi e Madhe, Scutari e Puka, ad introdursi nel settore turistico.

Dopo aver fatto qualche acquisto gastronomico e assistito ai balli tradizionali, ho avuto il piacere di pranzare e passare qualche ora in totale relax presso l’Agriturismo Rruga e Mullirit, uno dei sei agriturismi beneficiari del progetto supportato da CEED Albania, situato a circa un km di distanza dalla foresta di castagne di Reç. L’agriturismo, nuovissimo e arredato in legno, è molto piccolo e confortevole: tre camere per un totale di sei posti letto con bagno in comune, a cui si aggiunge una struttura distaccata utilizzata come sala per colazione, pranzo e cena. Durante la bella stagione si mangia nel cortile davanti all’agriturismo, circondati da alberi, fiori e piante, mentre nei mesi invernali ci si rifugia al caldo nell’apposita sala. La proprietaria prepara uno strepitoso cibo genuino realizzato con ingredienti esclusivamente locali e stagionali: byrek con spinaci e gjizë (ricotta salata tipica dell’Albania), petulla (pasta fritta che somiglia ai nostri “coccoli”), confetture di prugne, formaggi di capra, succo di melograno, torte salate e dolci… sono solo alcune delle specialità che si possono trovare da Rruga e Mullirit. Personalmente ho apprezzato molto, oltre all’ottima qualità del cibo, la posizione in cui si trova l’agriturismo: circondato da boschi e foreste, è una vera e propria oasi di pace ideale per i viaggiatori amanti della natura. I colori dell’autunno, poi, non hanno fatto altro che aumentare il mio stupore per la bellezza del luogo. In questa stagione è tutto un tripudio di arancione, giallo e rosso. Sullo sfondo, a fare da contorno, le alte montagne, una presenza costante ovunque si viaggi in Albania. 


Leggi di più sull’Albania
:
Albania del Nord: la meraviglia del Lago di Koman e del Fiume Shala
Albania: Kruja, che meraviglia
Albania: 10 motivi per partire (subito)

Seguimi anche su Facebook: Letters From The Balkans

CONDIVIDI:

2 pensieri su “Albania rurale: Reç, Malësi e Madhe

    1. L’Albania è tutta meravigliosa; non ero mai stata in Malesi e Madhe e sono rimasta piacevolmente sorpresa. Se si è in cerca di un luogo rilassante, calmo e lontano dallo stress, questo è ideale! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *