Albania del nord: weekend all’agriturismo Rruga e Mullirit, Reç, Malësi e Madhe

La primavera è alle porte e non c’è niente di meglio che iniziare a organizzare la prossima vacanza. L’Albania quest’anno è presente in quasi tutte le liste di destinazioni di viaggio imperdibili stilate dalle principali testate giornalistiche d’Europa e non solo. Non è difficile capire il perché: il Paese delle aquile è bellissimo, offre una grande varietà di attività e panorami e, cosa non da poco, è ancora economico rispetto ad altre mete, persino negli stessi Balcani. Chi conosce bene il paese, o chi si appresta a visitarlo per la prima volta e vuole andare alla scoperta di destinazioni lontane dalle più note tappe turistiche, non può fare a meno di trascorrere un weekend, o più giorni, all’insegna del relax totale in un agriturismo tradizionale a gestione familiare nel nord dell’Albania, totalmente circondato dalla natura e dal silenzio. Un’esperienza da provare almeno una volta nella vita.

Nonostante la crescita economica degli ultimi anni, l’Albania continua a rimanere un paese rurale e gran parte della popolazione locale vive in condizioni precarie. In particolare, le zone di Puka, Malësi e Madhe, Diber e Kukës, sono le aree più disagiate del paese. Nonostante ciò, questa zona, collocata nella spettacolare regione delle Alpi albanesi, ha un enorme potenziale turistico: il turismo d’avventura, l’ecoturismo e l’agroturismo, stanno, infatti, cominciando a destare sempre di più l’attenzione di viaggiatori locali e internazionali. È in quest’ottica, infatti, che l’Ong CEED Albania ha sviluppato il progetto AgroTourism avente ad oggetto la promozione del turismo nelle tre aree rurali di cui sopra, attraverso la realizzazione di sei agriturismi gestiti da famiglie del posto, il sostegno finanziario e l’assistenza nelle pratiche di marketing.

Situato tra Scutari e il confine con il vicino Montenegro, a Reç, nella splendida e incontaminata regione della Malësi e Madhe, l’Agriturismo Rruga e Mullirit è uno dei beneficiari del progetto. La strada del mulino, questo il nome italiano dell’agriturismo, è un gioiello nascosto, un luogo ideale per staccare dal caos della città e rigenerarsi. È collocato all’inizio del Parco Regionale di Shkrel, punto di ingresso delle Alpi Albanesi, a pochi passi dalla meravigliosa Foresta di Castagni, dichiarata sin dal 1974 monumento culturale albanese, dove sono presenti oltre 30.000 alberi, alcuni dei quali antichi oltre 300 anni. Ogni fine ottobre, la Foresta diventa la sede del Dita e Agroturizmit, il giorno dell’agriturismo, una bella festa dove giovani del posto si esibiscono in balli tradizionali e dove i contadini della regione vendono i loro prodotti gastronomici. L’Agriturismo, realizzato al primo piano di un’abitazione privata, è gestito da una famiglia del posto: il signor Mirash, con alle spalle una lunga esperienza nel settore agricolo, e sua moglie Zina, un’eccellente cuoca e artigiana. Prima che l’agriturismo fosse terminato, molti turisti erano soliti fermarsi ad ammirare la bella struttura e il grazioso giardino durante il loro tragitto di trekking (l’itinerario tracciato passa, infatti, proprio di fronte all’abitazione). E, come spesso accade quando si viaggia in Albania, i proprietari della casa erano soliti invitare i trekkers a fermarsi a mangiare nel loro cortile le prelibatezze preparate dalla signora Zina. Proprio l’eccellente gastronomia, a base di prodotti stagionali e locali, è uno dei punti di forza di Rruga e Mullirit: seduti al lungo tavolo posizionato in cortile (o all’interno della sala pranzo, durante le fredde giornate invernali), baciati dal sole e incantati dal panorama circostante, è possibile assaporare byrek fatti in casa, formaggi di capra, marmellate di frutti di bosco, conserve di castagne, succo di melograno, dolci tradizionali e altre leccornie.

Chi non riesce a resistere a fare un po’ di movimento, non si preoccupi: dall’agriturismo è possibile fare escursioni nella foresta di castagni, visitare la Grotta dei Piccioni, passeggiare lungo il fiume Rrjolli, fare hiking sulle montagne circostanti, visitare le rovine dell’antica abitazione familiare e del fienile in pietra, oggi abbandonati, o, se proprio non si resiste alla tentazione di fare un pieno di cultura, passare un pomeriggio a Scutari tra musei e fortezze. L’agriturismo è composto da due camere da letto, una doppia e l’altra con letti singoli, un bagno in comune e una zona living, oltre che dal grande cortile esterno. Tutto è arredato secondo lo stile tradizionale di questa regione montagnosa del nord dell’Albania, con elementi in legno e tessili artigianali. Durante le belle giornate estive concedetevi un po’ di relax nel cortile che invita a rilassarsi, fra il verde della natura e il grigio delle montagne rocciose, il silenzio e i panorami mozzafiato. Come quelli che si ammirano durante il tramonto, quando il sole tinge tutto di arancione. Da contemplare in appagata solitudine.


Agroturizem “Rruga e Mullirit”

Rruga Viktor Makaj, Reç, Malësi e Madhe, Albania
Tel: +355693198026

Leggi di più sull’Albania:
Girocastro: cosa vedere in un weekend nella città-museo d’Albania
Albania: l’antica città di Elbasan
Albania rurale: Reç, Malësi e Madhe

Seguimi anche su Facebook: Letters From The Balkans

CONDIVIDI:

2 pensieri su “Albania del nord: weekend all’agriturismo Rruga e Mullirit, Reç, Malësi e Madhe

  1. Le montagne albanesi sono meravigliose e la gente molto ospitale!
    Continuate così e andrete molto lontano.
    Auguri!
    Anche quest’anno andrò sulle montagne sopra a Bajram Curri. Posti incantevoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *