I miei viaggi

Albania: weekend da sogno a Dhërmi

Da un lato il mare con acque dalle sfumature che variano dal blu all’azzurro fino al turchese, dall’altro alte montagne rocciose che sembrano toccare il cielo. Nel mezzo Dhërmi, uno dei villaggi più affascinanti della riviera albanese, il pezzo costiero che dal passo montagnoso di Llogara (pit stop obbligatorio per chi viaggia in famiglia: ecco perché) conduce fino alla spiaggia di Ksamil, l’ultimo avamposto di terra albanese prima di entrare in territorio (oggi) greco. L’inizio e la fine dell’estate (meglio evitare agosto quando l’area diventa troppo affollata) sono i periodi migliori per visitare questa zona dell’Albania dal fascino unico, quando i turisti sono pochi e ci si può rilassare sulle sue incantevoli e silenziose spiagge. Tutte diverse, tutte bellissime: da Jalë a Borsh, passando per Lukovë e Qeparo, fino ai lidi intorno a Himara e Saranda, è difficile trovare una spiaggia che non sia in grado di rapire il cuore e gli occhi dei visitatori. Ogni tratto di costa, ogni villaggio, ogni insenatura del sud dell’Albania meriterebbe una visita specifica.

Dhërmi, in particolare, affascina per il suo grazioso centro storico caratterizzato da un pugno di casette bianche e da piccole chiese ortodosse che vale la pena visitare, magari al termine di una giornata di mare quando il sole batte meno forte, come la Chiesa di San Spiridone, la cui cupola blu risalta nel panorama cittadino, e la Chiesa di Santa Maria, arroccata in cima alla montagna che regala viste incomparabili sul villaggio e sulla costa ionica. Dhërmi, però, è conosciuta soprattutto per ospitare due delle spiagge più belle non solo dell’Albania, ma di tutti i Balcani, la spiaggia di Dhërmi, su cui affacciano alcuni locali molto in voga tra i giovani albanesi, e quella di Drymades, il vero fiore all’occhiello di questa zona  (e, a mio avviso, del Paese delle aquile). Dritta utile: prima di entrare nel villaggio di Dhërmi c’è un incrocio, se si svolta a destra si raggiunge la spiaggia di Drymades, se invece si svolta a sinistra si raggiunge la spiaggia di Dhërmi.

Nelle scorse settimane ho avuto il piacere di rilassarmi insieme alla mia famiglia sulla meravigliosa spiaggia di Drymades, nel pezzo costiero gestito dall’Hotel Ionian, e sono rimasta piacevolmente colpita. Questo lido di sassi levigati e bianchissimi, infatti, non solo è bellissimo da vedere, ma è anche il luogo ideale se si viaggia con bambini, soprattutto, piccoli: tutto è a portata di mano, l’ambiente è estremamente rilassato e il mare è talmente cristallino che si possono ammirare i numerosi pesci sui fondali. Il costo per un ombrellone con due sdraio è di 700 lekë (neanche 6€), per gli ospiti dell’albergo è invece compreso nel prezzo della camera. Se state cercando un posto rilassante e affascinante per passare le vostre prossime vacanze, sapete già dove andare!

Dove pernottare: l’Hotel Ionian è la soluzione ideale per chi è in cerca di una bella e comoda sistemazione a Dhërmi. L’albergo, infatti, è situato proprio di fronte alla meravigliosa spiaggia di Drymades, la più bella dell’Albania, e a due passi da alcuni buoni ristoranti e da un piccolo market dove si può acquistare un po’ di tutto. L’hotel è completamente immerso nel verde: la struttura è avvolta da palme e banani ed è caratterizzata da un giardino fiorito dove sono stati collocati alcuni giochi per intrattenere i bambini. L’albergo è perfetto per chi viaggia in famiglia: comodo, vicinissimo alla spiaggia e dotato di camere fresche e spaziose. Potete prenotare la vostra stanza a questo link.

Leggi di più sull’Albania:
Girocastro: cosa vedere in un weekend nella città museo dell’Albania
Albania: Kruja, che meraviglia
Albania: 10 motivi per partire (subito)

CONDIVIDI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *