I miei viaggi

Albania del sud: la spiaggia di Palasë

Il periodo migliore dell’anno per visitare la Riviera Albanese, il tratto costiero che dal Parco Nazionale di Llogara termina al confine con la Grecia, è senza alcun dubbio settembre. I turisti sono quasi tutti andati via, i prezzi sono più contenuti rispetto all’alta stagione e le spiagge libere (anzi, alcune proprio deserte). In questo mese, infatti, capita spesso di essere gli unici a rilassarsi sui lidi della costa ionica o, al massimo, tra i pochi fortunati. Una delle zone più facili da raggiungere provenendo da Valona è la spiaggia di Palasë, tra le destinazioni più ambite dell’Albania, uno splendido lido dove Cesare sbarcò insieme ai suoi legionari nel II secolo a.C. Questa baia a forma di mezzaluna, nascosta tra il passo di Llogara e la spiaggia di Drymades, è lambita da acqua i cui colori variano dal blu all’azzurro al turchese e, diversamente da altre località lungo la costa, non è (ancora) stata invasa dai turisti. È, dunque, il luogo ideale se si è alla ricerca di silenzio, relax assoluto e se si viaggia in compagnia di bambini piccoli.

 

A Palasë, a seconda delle proprie preferenze, si può usufruire della spiaggia libera o sistemarsi nella spiaggia Nazar del nuovo Green Coast Resort, il primo premium resort creato in terra albanese dove sono stata ospite qualche settimana fa e ho provato in anteprima il soggiorno presso una delle loro ville in stile mediterraneo. Il resort, che sarà definitivamente ultimato nel 2021 (al momento della stesura del presente articolo è ancora in fase di lavori) diventerà una sorta di vera e propria cittadella lungo la riviera con spa, centro benessere, locali e ristoranti pronti ad accogliere i visitatori che apprezzano questa tipologia di sistemazione (se questo tipo di location non fa per voi, non preoccupatevi: lungo la riviera e nei villaggi circostanti ci sono tanti altri posti dove soggiornare adatti ai gusti di tutti). Il resort è già funzionale e, in collaborazione con gli esperti di Sky Sports Albania, nella bella stagione, permette di praticare numerosi sport, tra cui kite surf, wind surf, gite in barca e immersioni. Se amate la pace potete decidere di passare tutta la giornata sulla bella spiaggia e nuotare nelle acque cristalline dello Ionio, altrimenti non c’è niente di meglio che andare alla scoperta dei dintorni. In questo ultimo caso, la soluzione migliore, vista anche la vicinanza con Palasë, è di visitare il Parco Nazionale di Llogara o Dhërmi. Il primo (dove è d’obbligo acquistare almeno un barattolo del gustoso miele preparato dagli apicoltori della zona), ideale per chi ha gambe ben allenate, è uno dei parchi naturali più spettacolari dell’Albania con avventurosi percorsi di trekking, panorami mozzafiato e il grazioso Llogora Tourist Village, dove vivono in semilibertà dolci cerbiatti. Si tratta di una tappa ideale per intrattenere per un po’ di tempo i propri figli durante il viaggio. Il re, però, degli sport outdoor che si possono fare a Llogara è il parapendio. Attenzione: è consigliato solamente ai più coraggiosi. L’alternativa, invece, è quella di andare a visitare l’incantevole villaggio di Dhërmi, uno dei paesini più caratteristici dell’Albania del sud caratterizzato da casette colorate, piccoli monasteri e graziose chiese ortodosse, come la Chiesa di San Spiridone, la cui cupola azzurra risalta nel panorama cittadino, e la Chiesa di Santa Maria, arroccata in cima alla montagna che regala viste incomparabili sulla costa. Qualunque sia la vostra scelta, di una cosa potete stare certi: in Albania è impossibile annoiarsi.

Leggi di più sull’Albania:
Girocastro: cosa vedere in un weekend nella città museo dell’Albania
Albania: Kruja, che meraviglia
Albania: 10 motivi per partire (subito)

Seguimi anche su Facebook: Letters From The Balkans 

CONDIVIDI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *