4 posti dove fare safari nei Balcani

Se pensate che i safari si possano fare soltanto in Africa, vi sbagliate di grosso: l’Europa, infatti, è un continente ricco di aree e parchi naturali dove è possibile ammirare animali che vivono allo stato brado. Qui non si avvistano gli animali della savana, ovviamente, ma entro i confini delle riserve naturali europee vivono numerosi animali, tra i quali alcuni purtroppo in via di estinzione, come orsi, linci, lupi e bisonti che, con un po’ di fortuna possono essere ammirati nei loro habitat naturali. Dal 2017, la European Safari Company, compagnia specializzata nella realizzazione di viaggi naturalistici in Europa, organizza entusiasmanti spedizioni alla scoperta delle aree più selvagge del vecchio continente, dall’Artico fino alle coste del Mediterraneo, tra cui quattro destinazioni nei Balcani. I viaggi sono creati su misura a seconda delle preferenze degli esploratori, per piccoli gruppi e offrono ai viaggiatori la possibilità di partecipare ad avventurosi safari nella natura.

∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞ ∞

MONTI RODOPI, BULGARIA
Questa catena montuosa dell’Europa meridionale, compresa per oltre l’80% in Bulgaria e per il restante in Grecia, è il posto ideale dove avvistare lupi e orsi, oltre ad essere un’imperdibile destinazione per gli appassionati di attività all’aria aperta, come hiking, escursioni a piedi o in bicicletta alla scoperta di grotte e caverne, e kayaking nei numerosi torrenti che scavano le aree carsiche presenti in questa regione. La strategica posizione dei Rodopi, tra continente europeo e asiatico, unita all’influenza del Mediterraneo e a una bassa densità della popolazione umana, hanno fatto sì che questa zona sia sempre stata un vero e proprio paradiso naturalistico caratterizzato da diversi habitat naturali dove gli animali selvaggi vivono indisturbati. Non solo lupi e orsi, questi ultimi tornati in tempi recenti nei boschi dei Rodopi -il bear watching sta diventando una delle attività outdoor più popolari della regione: nelle rigogliose foreste dei Rodopi si possono avvistare anche sciacalli, lontre e scoiattoli maculati.

 

CARPAZI MERIDIONALI, ROMANIA
L’estremità meridionale dei Carpazi, situata in Romania, è una delle aree selvagge più vaste del vecchio continente e, grazie alla varietà della fauna, anche l’ambiente perfetto per partecipare a un vero e proprio safari europeo durante il quale avvistare animali allo stato brado, tra cui alcune delle ultime specie di bisonte europeo. Partecipare a un safari sulle tracce degli ultimi bisonti europei, è proprio l’esperienza più entusiasmante che si possa fare qui. Questa attività può essere svolta in qualsiasi stagione dell’anno, anche durante i freddi mesi invernali quando i Carpazi sono interamente ricoperti di neve. Grazie alle guide esperte è possibile seguire gli spostamenti degli animali, capire i loro comportamenti, identificare le tracce lasciate nei boschi per comprendere i loro movimenti e, con un pizzico di fortuna, ammirarli dal vivo.

 

MONTI VELEBIT, CROAZIA
I Monti Velebit, la più estesa catena montuosa della Croazia, sono uno scrigno di cascate, grotte, canyon, foreste di pini e faggi dove vivono indisturbati camosci, cervi, orsi bruni, lupi e linci. Tra le varie attività che si possono fare nei Monti Velebit ci sono escursioni a piedi lungo i sentieri tracciati, percorsi in bicicletta, gite in kayak o in barca lungo i corsi naturali dell’omonimo Parco, glamping nei boschi e itinerari in 4×4. L’esperienza più divertente in assoluto, però, è il safari a cavallo che, come dei veri e propri cowboy, conduce alla scoperta dei variegati paesaggi del Velebit.

 

KOCEVSKO, SLOVENIA
A 60 km a sud dalla capitale Lubiana, si trova la regione di Kočevsko, cuore naturale della Slovenia: il 90% del territorio è, infatti, coperto da boschi, compresa la splendida foresta vergine di Krokar, dal 2018 patrimonio mondiale dell’umanità, tra le ultime foreste vergini d’Europa con preziose faggete vetuste sopravvissute all’era glaciale. In quest’area boscosa vivono lupi, cinghiali, caprioli, daini, volpi, alcuni esemplari di lince europea e la più importante popolazione locale del predatore più grande d’Europa, l’orso bruno. Le possibilità di avvistare il re dei boschi nel suo habitat naturale sono basse, ma partecipando al safari nelle foreste, dove si seguono le orme del grande predatore, con un po’ di fortuna si possono anche fare incontri ravvicinati.

Immagine in evidenza: Kocevsko, Slovenia ©Cristine Sonvilla/Feel Slovenia

Leggi di più sui Balcani:
Il caffè turco, eredità ottomana nei Balcani
Cucina bosniaca: 10 piatti da provare assolutamente
Cucina macedone: 10 piatti da provare assolutamente

Seguimi anche su Facebook: Letters From The Balkans 

 

CONDIVIDI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *