Kantina Kallmet, Zadrima, Albania

Una striscia di terra tra mare e monti dal clima mite tutto l’anno a circa due ore di strada da Tirana: è la Zadrima, storica regione del nord Albania, un luogo famoso in patria per le tradizioni artigianali, la gastronomia e l’ottimo vino dalle origini antiche, il Kallmet. Un vitigno dotato di grandissima potenzialità e carattere che in Italia è ancora poco conosciuto, nonostante da secoli in Albania ne sia documentata la coltivazione da intere generazioni di viticoltori. La storia vinicola albanese ha radici antiche: in epoca romana prima e bizantina poi, la produzione del vino in terra illirica fu notevole. Con l’avvento degli ottomani si assistette a una battuta di arresto. Successivamente, sotto il regime comunista, invece, le uniche cantine operative nel Paese erano statali (era vietato ai privati di avere attività commerciali) e il vino era consumato solo in rare occasioni (per esempio, il capodanno). È negli anni Duemila che, grazie all’intraprendenza di alcuni produttori locali coscienti della potenzialità dei vitigni autoctoni, si assiste a un’inversione di rotta e si inizia ad investire nel settore.

Tra questi, vi è la famiglia Gjini che dal 2006 nella Kantina Kallmet, situata nel borgo di Kallmet i Vogël, nel cuore della Zadrima, vicino a Lezhë, produce alcune delle migliori etichette dell’Albania e in generale della penisola balcanica. Il Kallmet Prestigj è la bottiglia di spicco della cantina. Si tratta di un rosso prodotto a seguito di un’attenta selezione manuale delle uve raccolte circa due settimane dopo l’inizio della consuetudinaria vendemmia, stagionato per 24 mesi e tenuto in bottiglia per un anno prima di essere, infine, introdotto sul mercato. Si tratta di un vino importante (15 gradi), ottimo da abbinare con carni rosse, dal colore rosso rubino intenso e dal complesso profumo floreale di violette, amarene, ciliegie. Non è un caso che abbia vinto numerosi premi nelle competizioni nazionali e internazionali, da ultimo la medaglia d’argento alla Balkans Wine International Competition (2019).

Ciò che rende speciale il vino realizzato da Kantina Kallmeti è l’accurato procedimento di produzione: dopo una rigorosa selezione delle uve, il processo produttivo è monitorato da SEA-Studio Enologico Associato, una compagnia italiana, marchigiana, guidata dal Professore Dottor Luigi Costantini. Una collaborazione, questa, nata per ottenere la massima qualità di vino e che, grazie all’alto livello delle materie prime e al costante monitoraggio durante la lavorazione, ha come obiettivo quello di creare le migliori etichette possibili nel mercato albanese. Oltre al Prestigj, Kantina Kallmet produce anche un Kallmet rosso dalla fragranza fruttata, un Kallmet bianco dal sapore fresco ideale per le serate estive, olio d’oliva e due tipologie -normale e invecchiato- di raki d’uva, il noto distillato di frutta bevuto in tutta la penisola balcanica con cui, solitamente, si conclude il pasto.

Cantina: Kantina Kallmet
Paese: Albania
Indirizzo: Rruga Lezhë – Vau i Dejës, Kallmet i Madh
Vino top: Kallmet Prestigj

 

Scopri di più sulla Zadrima, Albania 
Balcani e artigianato: la storia di Artistike Zadrima
Albania, Lezhe: cosa vedere e fare in città e nei dintorni
Albania: 5 destinazioni da visitare in estate con i bambini

CONDIVIDI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *